il doppio se_2

il doppio sè

chiara scolastica mosciatti

 

13 Dicembre 2023 – 16 Marzo 2024

Il doppio Sè è una retrospettiva sui dipinti di Chiara Scolastica Mosciatti, realizzati individualmente e collettivamente tra il 2016 e il 2023 ad Atene, Amsterdam, Camerino, Riace e Camini.
Il titolo della mostra è prestato dall’omonimo quadro del 2017, “The Double Self”, esito di una residenza di indagine artistica e lavoro volontario presso il City Plaza Hotel – nell’Europa di quegli anni il più grande e importante esperimento di utopia urbana, basato su solidarietà civile e autodeterminazione abitativa, e cogestito da cittadini europei e rifugiati di Asia occidentale e meridionale.
 
Al ritorno ad Amsterdam l’esperienza ateniese si cristallizza nel dipinto “The Double Self”, un autoritratto bifronte cromaticamente piatto ed altamente contrastato, che nelle forme acute del lato femminile raffigura una frantumazione psichica e fisica placidamente contenuta, mentre nella continuitá del lato maschile scorre un vigore stabile e morbido, seppur piuttosto circospetto e opaco.
Nei quadri scelti per la mostra “Il doppio Sè” la polarità ineluttabile e insuperabile del dipinto omonimo si ripropone costantemente in dicotomie e direzioni sempre oppositive, intorno alle quali però nascono  paesaggi notturni o sommersi, in cui sempre è presente l’elemento dell’acqua, che a seconda delle sue profondità restituisce colori diversi, inattesi, spesso alieni. L’acqua è evidente non tanto e non necessariamente nelle modalità di stesura del colore, ma più nella gravità alterata degli elementi. Oggetti e persone, paesaggi e animali scivolano, si inabissano, galleggiano, riflettono e se si avvicinano l’immagine si spezza come in una rifrazione. Dipinto dopo dipinto, anno dopo anno, la polarità non è piú soltanto condizione acquisita e accolta, ma è a tutti gli effetti uno stato di copresenza psichica che rende possibile il rispecchiamento, il dialogo e la controversia, il fluire, l’arresto, la deviazione e la circolarità, la danza tra gli estremi, la loro inconciliabile distanza o totale coincidenza, la moltiplicazione dei cardini compositivi, la sovrapposizione delle campiture e la conseguente imprevedibilità dell’immagine finale, che tuttavia segno dopo segno, forma dopo forma, velatura dopo velatura diventa sempre più astratta e riconoscibile.
 

L'ARTISTA

Chiara Scolastica Mosciatti

Artista

Chiara Scolastica Mosciatti

Artista

1981, Camerino (MC), pittrice e designer di gioielli.
Laureata in filologia Moderna e specializzata in Storia all’università degli studi di Perugia. Negli anni di studio lavora come autrice per la radio universitaria radiophonica.com; subito dopo la specializzazione è curatrice a progetto per la San Paolo editore e responsabile di comunicazione per il Polo Museale dell’Università degli Studi di Camerino. Nel 2013 si avvicina alle arti visive e lascia l’Italia.

Scopri di più