shop

Nelson Carrilho

Nelson Carrilho

Nelson Carrilho, scultore, è nato a Curaçao (Antille Olandesi) nel 1953. In Europa è tra i primi e più importanti esponenti artistici della diaspora afro-caraibica. Dal 1983 ha uno studio in Tuinstraat, nel centro storico di Amsterdam. L’atelier Carrilho è un punto di riferimento per la socialità degli abitanti del quartiere ed è tuttora frequentato sia da scolaresche che da individui di ogni età, per lezioni di disegno e di scultura tenute dallo stesso Carrilho. Lo studio è anche centro di incontro di personalità nazionali e internazionali del mondo dell’arte. Figlio di padre surinamese e madre antiguana, Nelson Carrilho discende da Elisabeth Moendi, una delle donne messe in mostra, insieme a sua figlia, al padiglione "Razze umane del Suriname", durante l’Esposizione Mondiale del 1883 tenutasi a Museumplein, Amsterdam. Le Antille olandesi ottennero l’autogoverno e uscirono formalmente dallo stato di colonia nel 1951; la famiglia Carrilho si trasferì nei Paesi Bassi nel 1964, stabilendosi ad Amsterdam. Il paese era all’inizio del processo di integrazione dei migranti delle ex colonie, discriminazione e segregazione erano ancora molto forti. Nel 1974 Carrilho iniziò gli studi all’Accademia di Arti Visive Artibus, ad Utrecht e si laureò nel 1980. In oltre quarant’anni di carriera e riconoscimenti internazionali, secondo le sue stesse parole, le tre opere più importanti sono: "Mama Baranka" (1984) Vondelpark, Amsterdam; "I Portatori da lontano" (1989) Westerpark, Amsterdam; "L’altra Faccia" (2022) San Ferdinando, Italia.
Scopri di più

Chiara Scolastica Mosciatti

Chiara Scolastica Mosciatti

Italia, 1981. Artista visiva e fondatrice della galleria Duçi Contemporanea. Si è laureata in Filologia Moderna e si è specializzata in Storia presso l'Università di Perugia. Durante gli anni di studio ha lavorato come autrice per radiophonica.com; subito dopo la specializzazione è diventata curatrice di progetti per San Paolo Editore e responsabile delle comunicazioni per il Museo Centro dell'Università di Camerino. Nel 2013 si è avvicinata alle arti visive e ha lasciato l'Italia per viaggiare tra Grecia e Olanda, sviluppando progetti di ricerca artistico-sociale che si concentrano sulle migrazioni contemporanee.
Scopri di più

Tutte le Opere